A Consuelo brillavano gli occhi

A Consuelo brillavano gli occhi. 
E’ la prima immagine che ricordiamo, quando Consuelo ha saputo che avrebbe partecipato al progetto Rockbear.
Abbiamo iniziato con i sacchetti per la magnesite, ma il suo entusiasmo è esploso quando ha iniziato a fare il corso di formazione per creare i pantaloni. Non vedeva l’ora di farsi un paio di pantaloni Rockbear per lei.
Tra qualche giorno è un’anno esatto da quando sono stati creati i primi pantaloni rockbear. I primi e che fanno parte di un progetto d’inclusione sociale.
La scelta delle stoffe, il disegno, e la realizzazione. Un movimento di persone. Il movimento sta alla base del progetto.
La creazione come terapia.

E sembra che in realtà funziona meglio di qualsiasi medicina.

Da cosa lo abbiamo capito noi di Rockbear?

Dagli occhi di Consuelo.

Vogliamo rimanere con questa immagine mentre aspettiamo di poter ricostruire i nostri progetti.
E’ la nostra risorsa più grande.

Share this post
  , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *